Leggi anche

Altilia e Pietrabbondante, le meraviglie archeologiche del Molise

Sebbene meno pubblicizzati, gli scavi archeologici di Altilia e Pietrabbondante in Molise non hanno nulla a che invidiare ad altri siti più celebri della nostra penisola. Ecco perché sono entrambe tappe che non potrete non includere in un vostro itinerario alla scoperta del Molise.

Il teatro di Altilia
Il teatro di Altilia | © TravelsAndOtherStories.com

Altilia o Pietrabbondante? Entrambe!

Diciamo subito le cose come stanno. Si tratta di tipologie di scavi completamente diverse. Altilia è una città. A Pietrabbondante, nonostante siano presenti ritrovamenti di tempi e piccole botteghe, la star è una: il suo anfiteatro.

Questo non dovrebbe scoraggiarvi nel dover scegliere. A parer mio, occorre visitarle entrambe per poter esprimere un giudizio a riguardo.

Altilia

Altilia fa parte dell’area archeologica di Altilia Sepino. Si tratta di una città della provincia romana conservata in magnifiche condizioni. Nasce a seguito dell’espugnazione romana del centro di Sepino, di impianto sannitico. La città, danneggiata irreversibilmente, si spostò più a valle dove venne ricostruita. Questo nucleo è quanto vediamo noi oggi.

Sorge sul tratturo Pescassseroli-Candela. Il massimo fervore edilizio per questa città risale alla prima età imperiale.

Resti del tempio di Altilia
Resti del tempio di Altilia | © TravelsAndOtherStories.com

Potrete girare per le sue strade ed incontrare idealmente tutti i centri nevralgici di una cittadella dell’epoca. I templi, gli abbeveratoi, la necropoli e il teatro: gran parte di questi resti è arrivata a noi in condizioni ottime.

Di particolare bellezza sono il mulino ad acqua ancora funzionante e la Fontana del Grifo. Quest’ultima riporta tra le altre incisioni il nome di Ennio Marso, che rivestì cariche di rilievo in questo municipio.

strade altilia
Scorci di Altilia e le sue strade | © TravelsAndOtherStories.com

Il villaggio era noto nell’epoca romana per la sua tradizione dell’arte tintoria. Subito all’ingresso, infatti, potrete notare una vasca che era proprio dedicata a questa attività.

Cosa sapere su Altilia

Vi stupirà forse sapere, che visitare Altilia è totalmente gratuito. Infatti, il sito archeologico non prevede un biglietto di ingresso. Parcheggiate nel piccolo spazio adiacente al sito, e sarete pronti per visitare. Anche il parcheggio non è a pagamento e accanto sorge un piccolo ristorante.

All’ingresso, cartelli turistici suggeriscono sei diversi itinerari di visita.

Il mio consiglio e quello di perdersi tra gli scavi, ma se vorrete informazioni più dettagliate, è possibile prenotare una visita guidata. I ragazzi dell’associazione culturale Me.Mo organizzano tour guidati nel sito.

Pietrabbondante

Altilia e Pietrabbondante sono in Molise due perle da non perdere. Che voi siate appassionati o meno di storia, entrambi i siti non potranno che lasciarvi senza parole. Quando siamo arrivati a San Giovanni in Galdo, tutti gli amici dell’associazione erano concordi: rimarrete incantati da Pietrabbondante e il suo anfiteatro.

Anfiteatro di Pietrabbondante
Anfiteatro di Pietrabbondante | © TravelsAndOtherStories.com

Pietrabbondante si trova in alto Molise, pertanto vi consiglierei di visitarla in una giornata interamente dedicata a queste zone. La visita non vi porterà via molto tempo.

A differenza di Altilia, sono pochi gli scavi che vi ricondurranno all’idea di città. Ci sono alcuni resti di piccole botteghe e di un tempio celebrativo, ma l’intero sito è dominato dall’anfiteatro.

Porte teatro pietrabbondante
Le porte che conducono all’anfiteatro di Pietrabbondante | © TravelsAndOtherStories.com

Perfettamente conservato, l’anfiteatro di Pietrabbondante ha la peculiarità di essere stato costruito con rifiniture architettoniche all’avanguardia. I suoi sedili sono infatti la più antica testimonianza del tentativo di dare alle sedute ergonomicità. Sono stati infatti costruiti con una seduta leggermente convessa, per assicurare allo spettatore la massima comodità possibile.

Ai lati della cavea, le porte di ingresso al palcoscenico sono state perfettamente conservate.

Cosa sapere su Pietrabbondante

A differenza di Altilia, per visitare Pietrabbondante occorre pagare un biglietto di ingresso. La tariffa è di 4€ per il biglietto intero, ma è possibile ottenere riduzioni per particolari fasce d’età.

Antistante al sito esiste un parcheggio molto grande, per cui non farete fatica ad arrivare sino all’entrata con la vostra auto.

Sono presenti all’interno dell’area anche i servizi igienici ed è possibile anche qui prenotare la vostra visita guidata con i ragazzi di Me.Mo.

Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *