Leggi anche

La Statua della Libertà: Budapest da scoprire

Anche se certamente è il più famoso, la Lady Liberty di New York non è l’unico monumento alla Libertà che è possibile ammirare in giro per il mondo. Sapevate che esiste la Statua della Libertà anche a Budapest? Devo dire che io l’ho scoperto per caso, in un assolato pomeriggio di inizio estate. Certo, a maestosità la Statua della Libertà di New York non si batte, ma la sorella ungherese non ha proprio nulla che invidiarle.

La Statua della Libertà di Budapest

Sicuramente sentirete parlare di lei in qualche guida. La verità però è che tra tutte le cose da fare o vedere che vengono suggerite negli itinerari a Budapest, la Statua della Libertà non è quasi mai citata. Eppure si trova proprio in uno degli spot della città che ho più adorato. Secondo me piacerà anche a voi.

View this post on Instagram

Good Morning from Citadella ——————————————————————————— One of the most beautiful bar and sunset spot near the Danube river. @balnaterasz This is the kind of view to begin an unforgettable Budapest moments! With a unique panoramic view and the Danube air, it is a special experience for Budapest natives and tourists alike, a perfect place to unwind at the end of the day with a refreshing drink. #reklam #balnaterasz ——————————————————————————— Discover our new page @tokaj_hungary …. Follow our new page about the Region of Tokaj and Zemplen Mountains.. One of Hungary's best-known World Heritage protected wine regions, with its gastronomy, culture, thousands of years of history and untouched nature, it offers endless relaxation and enchanting for visitors. https://instagram.com/tokaj_hungary——————————————————————————— Discover the amazing Lake Balaton with us @balaton_hungary ——————————————————————————— Blue water, curvy hills, old vineyards, historic places and – above all – the beautifully green landscape around the Balaton Uplands. Follow: @balatonfelvidek.hu ———————————————————————— Explore the colorful spa life in Budapest with us @budapestspaexperience ———————————————————————— #budapest #budapesthungary #budapesthungaryblog #photography #photooftheday #hungarytoday #travelphotography #travel #instatravel #instabudapest #budapestgram #travelgram #hungary #budapesttravel #thisisbudapest #visithungary #traveltagged #postcardplaces #letsgoeverywhere #youmustsee #travelawesome #topeuropephoto #bestplacestogo #instatravel #travelgram #bucketlist #bestplacetogo #hungary 📷 @travelisedme

A post shared by Budapest , Hungary (@budapest_hungary) on

Storia della Statua

Come altri monumenti simili che si trovano in Europa, la Statua della Libertà di Budapest venne eretta a perenne ricordo della liberazione dall’occupazione nazista del 1944-1945. L’omaggio è infatti ai caduti dell’esercito dell’Armata Rossa, che riuscì a resistere durante il sanguinoso assedio della città di quegli anni.

Lo scotto che l’Ungheria pagò in termini di vite e soprusi durante la Seconda Guerra Mondiale fu immenso. Il monumento vide la luce nel momento in cui la ferita era ancora sanguinante, nell’immediato dopoguerra. Era infatti il 1947 quando l’architetto Zsigmond Kisfaludi Stróbl potè finalmente vedere il suo progetto realizzato dalla sua ideazione, che risale invece al 1945.

La Statua della Libertà a Budapest
La Statua della Libertà – Budapest
Foto di Falco da Pixabay

Negli anni, la figura della Statua della Libertà ha assunto un significato ben più ampio ed inclusivo. Come recita l’iscrizione alla base infatti, il monumento è dedicato “Alla memoria di tutti coloro che hanno sacrificato la propria vita per l’indipendenza, la libertà e la prosperità dell’Ungheria”. Si decise di posare questa nuova iscrizione – insieme a due nuove statue – nel 1989, quando il Comunismo vide il tramonto.

Il Monumento alla Liberazione

A livello architettonico, la Statua della Libertà di Budapest si incastra nel più grande Monumento alla Liberazione. O, se preferite l’Ungherese, Szabadság-szobor. Questo è formato da tre statue diverse, la cui più imponente e centrale è proprio la Statua della Libertà. Le altre due andarono a completare l’installazione nel 1989.

Le statue sono di bronzo, e ognuna porta con sè un valore simbolico. La Statua della Libertà raffigura una donna che tiene una foglia di palma. Le due raffigurano due uomini: uno intento a dar battaglia ad un mostro mitologico; l’altro con una torcia in mano.

La Statua della Libertà a Budapest
L’uomo che lotta contro l’essere mitologico
Foto di AdamHillTravel su Pixabay

L’utilizzo del simbolismo è chiaro. Da sempre la palma è non solo simbolo di pace, ma anche di vittoria. La torcia simboleggia la vita e la forza rigenerante. Il mostro mitologico, una forza negativa contro cui combattere.

La Statua della Libertà è imponente: solo il suo piedistallo è alto 26 metri. La sua figura invece si staglia verso il cielo di altri 14.

Come arrivare alla Statua della Libertà

La Statua della Libertà si trova in un punto panoramico di Budapest che personalmente ho adorato: la collina Gellert. Siamo a Buda, quindi sulla sponda ovest del fiume. Il Monumento è parte della Cittadella, roccaforte costruita a difesa della città nelle epoche passate. Da qui, potrete ammirare il Danubio, il Parlamento e tutta Budapest da un punto di vista privilegiato.

Il modo migliore per arrivare alla Statua della Libertà è a piedi.

Non sarà però una passeggiata: di fronte ai Bagni Gellert troverete un parco. E’ il parco che cinge la collina Gellert. Percorrendo il sentiero fino in cima, riuscirete ad arrivare al Monumento. Forse ubriaca da quel sole estivo e la sauna di qualche ora prima, non la ricordo proprio come una passeggiata divertente. Ma la sensazione di arrivare in cima, unita alla meraviglia della città ai nostri piedi, ha fatto dimenticare ogni fatica.


Seguimi anche su Pinterest! Salva questo articolo nelle tue bacheche se ti è piaciuto!

Follow:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *