Dove mangiare a Firenze: idee per pranzi veloci e cene tipiche

Dove mangiare a Firenze: idee per pranzi veloci e cene tipiche

Sono tornata da Firenze da poco più di 48 ore e non conto già più i direct ricevuti su Instagram: Fabi, mi dai delle idee per Firenze? Volentieri amici, anche se nella realtà l’intero weekend toscano è oscillato tra un pranzo e l’altro, muovendosi in funzione del pasto successivo. Scordatevi quindi la solita guida su Uffizi e su quanto è bella la Basilica di Santa Croce. Seppur verissimo, mentirei se vi dicessi che questa volta mi sono soffermata sulle meraviglie artistiche che Firenze ci offre quotidianamente. D’altronde, la sua bellezza è già sotto gli occhi di tutti.

Cosa potevo aspettarmi quindi da questo weekend? Sicuramente amicizia. Quella di certo non è mancata: celebrata con un buon bicchiere di Chianti poi, ha incorniciato un weekend toscano che rimpiangerò sicuramente non appena tirerò fuori la bilancia impolverata.
Pronti quindi a scoprire i posticini che ho scovato per pranzare e cenare a Firenze questo weekend?

Il Duomo di Firenze

Dove mangiare a Firenze a pranzo

Firenze all’ora di pranzo – soprattutto nei weekend – offre alla sua immensa platea di turisti un’incredibile scelta: dal lampredotto toscano al bollito misto. La tradizione culinaria vi cullerà tra i suoi vicoli e voi – proprio come me – ne resterete sopraffatti. Ecco i posti dove ho fatto pranzo questi giorni a Firenze.

1 | Il Mercato Centrale

Chi leggerà questo post e abita a Torino o a Roma non potrà fare a meno di esclamare “Uao che novità” con l’entusiasmo tipico di chi riceve l’ennesimo paio di calzini in regalo dalla nonna a Natale.
Ebbene si, il Mercato Centrale di cui parlo è proprio il Mercato Centrale che si trova anche nella mia bella Torino e nella capitale: un grande mercato coperto che racchiude in sé piccole botteghe che celebrano eccellenze gastronomiche italiane.

Situato nel crocevia tra via dell’Ariento, via Sant’Antonino, via Panicale e piazza del Mercato Centrale dista qualche minuto a piedi dalla stazione di Firenze Santa Maria Novella, il che lo rende il luogo ideale per un pranzetto appena arrivati in città.

Se non sapete da dove cominciare per gustare tutti i piatti tipici della tradizione toscana, ve lo consiglio senza alcun dubbio: qui troverete dal classico panino con il lampredotto – non me ne vogliate ma non me la sono proprio sentita – ai crostoni con i fegatini. La classica bistecca alla Fiorentina viene venduta da quasi tutti i bottegai. Insomma, qui davvero avete la possibilità di gustare di tutto un po’: ideale per gli eterni indecisi che non sanno proprio rinunciare a nulla.

Dove: Piazza del Mercato Centrale, FI
Quanto: $

2 | All’Antico Vinaio

Qui signori e signori ci buttiamo a capofitto nel primo capitolo di quel libro che potrebbe chiamarsi Firenze Mainstream. Un grossissimo applauso alla miglior food social digital strategy chiamatela-come-volete di tutta Firenze. Chi ero io – da amante di digital, social e di grassi saturi – per non andarmi ad inchinare davanti al Re delle schiacciate fiorentine, ovvero il miglior street food da passeggio di tutta la Toscana?

Per chi non lo sapesse All’Antico Vinaio altro non è che una piccola bottega – in realtà ora sono tre nel raggio di dieci metri quadri – che vende enormi schiacchiate così come la tradizione comanda. In breve, la schiacciata altro non è che una pizza bianca farcita con qualsiasi ben di Dio vi possa venire in mente: capocollo, pancetta, finocchiona e porchetta. Vegani vade retro oppure passateci anche solamente per fare una foto all’incredibile coda che troverete in via de’ Neri ogni giorno all’ora di pranzo.

Come accennavo, All’Antico Vinaio è molto di più di una semplice bottega: arrivati al fondo della vostra coda riceverete la vostra schiacciata – la mia rigorosamente capocollo, scamorza affumicata, crema di porcini freschi e crema di tartufo nero – e un’inevitabile battuta alla toscana, che renderà lo sforzo dell’attesa più divertente. I bimbi contano su Instagram una cosina come 232 mila followers. Se non vi fidate di me, quanto meno fidatevi delle tre ore di coda che c’erano all’apertura dello store a Los Angeles, poco meno di una settimana fa.

Dove: Via de’ Neri, FI
Quanto: $

Dove mangiare a Firenze a cena

Per cena si sa: lo street food viene messo da parte e non c’è cosa più bella di condividere il pasto in allegria finalmente seduti e riposandosi dopo la passeggiata giornaliera. Per questo sia sabato che domenica abbiamo scelto due posticini tipici per fare una cena tranquilla a Firenze.

1 | Trattoria Marione

Anche qui, forse una delle più famose trattorie di Firenze: il suo nome si tramanda da turista a turista e gira che ti rigira è arrivato in fronte anche a me. Se vai a Firenze non puoi non andare a mangiare da Marione! Ecco quindi che gironzolando e gironzolando alle sette e un quarto ci troviamo già lì davanti: daai, non facciamo proprio le piemontesi, al massimo iniziamo solo a prenotare. “Si quante siete? Ah tre, allora mezzoretta e il tavolo è pronto..i prossimi? Ah siete cinque segnati. I prossimi: mi dispiace non accettiamo più prenotazioni per la serata”.

Esattamente: non importa quanto presto arriverete da Marione a far segnare il vostro tavolo, sarà sempre troppo tardi. Per fortuna, il nostro spirito guida sabaudo ci ha assistito e quindi alle 19.40 il nostro tavolo era pronto e il nostro stomaco pure. Per la cena non abbiamo fatto complimenti: ribollita, antipasto di salumi tipici, tagliate al sangue e il famoso peposo. A chiudere un fiasco di Chianti, cantucci e vin santo. Tutto buonissimo, servito con gentilezza, sorrisi e disponibilità.

Si trova a due passi da Piazza della Repubblica, nei pressi del Duomo. Non avete nessuna scusa, ci passerete vicino per forza.

Antipasti alla Trattoria Marione

Dove: Via della Spada, FI
Quanto: $$

2 | I’Raddi

Per trovare questa piccola perla dovrete camminare qualche passo in più ed arrivare fino ad Oltrarno – oltrepassare cioè il fiume. Se riuscite a sopravvivere alle mille mila bancarelle di vestiti vintage che troverete nella celebre Piazza Santo Spirito – breve parentesi per i Torinesi: la nostra San Salvario – troverete questa piccola osteria all’angolo con Via D’Ardiglione.

Arredata con semplice ma buon gusto, a prima vista sembrerebbe quasi una piccola gastronomia: in certi senso lo è anche, dal momento che a richiesta possono vendervi cantucci sfusi e finocchiona all’etto. Noi ovviamente abbiamo notato l’arredo particolare solo dopo esserci assicurate che servissero la celebre pappa al pomodoro. Questa non è altro che pane raffermo condito con pomodoro, basilico e un giro di olio a crudo: vegan friendly.

I ragazzi che ci hanno servito sono incredibilmente simpatici e hanno contribuito a rendere la serata più leggera e divertente. I prezzi sono estremamente nella norma: noi, reduci dalla schiacciata de All’Antico Vinaio del mattino, avevamo voglia solamente di spiluccare. Le porzioni normali te lo permettono e se si ha voglia ancora di qualcosa di dolce, l’assortimento di torte che propongono è notevole.

Dove: Via d’Ardiglione, FI
Quanto: $